15 marzo 2013

Hip Hop, la cultura, la società ai giorni nostri, e il rispetto

Peace! Quello che segue è un testo prodotto dal chapter australiano sul rapporto fra Storia, nuove generazioni e internet. Un discorso che riguarda non solo la cultura hip hop, ma investe tutta la società. Ricordiamo che nell'epoca del cosidetto "consumo culturale del passato", il problema del digital divide è ancora attuale, non solo nei paesi del terzo mondo. Speriamo che da questo post nasca una bella discussione sul tema. Pace.

§


Oggi quando generalmente pensiamo all'Hip Hop, molti di noi pensano a una cultura di strada riguardante la musica per ballare, i vestiti colorati, i gioielli, il denaro, il sessismo e uno stile di vita sontuoso. Perchè il messaggio è stato fatto diventare così contorto, mentre il vero significato di questa cultura è andato perso, in una società usa e getta come è quella in cui viviamo oggi? Tutti noi sappiamo quando è avvenuto questo cambiamento lungo il corso della storia della nostra cultura, ma perchè è successo?

Lo sviluppo della società in vari campi è stato effettuato in modo tale da permettere di progredire e di rendere la vita più semplice, che in alcuni casi IO preferisco chiamare, l'instupidimento della nazione attraverso i sistemi computerizzati, la tecnologia che ha portato via la nostra capacità di pensiero, consentendo ai microchips di fare tutto il processo per noi.
Senza cercare di sembrare una vecchia anima bloccata negli anni 70/80, la quale ha paura del cambiamento e dello sviluppo della nostra cultura, mi piacerebbe prendere un minuto per entrare in contatto con i ragazzi per dimostrare un punto: tutte le culture e le persone di questa Madre Terra hanno una vera storia da condividere, che è la Storia, la Loro Storia, la Nostra Storia, senza questa non ci può essere la Vera Storia, e la Conoscenza è la Chiave che apre la porta a tutte le storie della Verità. Sono profondamente convinto che nel corso degli anni tutte queste storie o non sono state tramandate o sono state dimenticate, e adesso senza questa alimento fatto di conoscenza, le società hanno rotto la connessione con la verità, creando così una propria versione della storia e la propria linea temporale.

Io/noi non dobbiamo puntare il dito, facendo il gioco di chi scarica la colpa sugli altri, sappiamo che non possiamo cambiare il passato, ma ciò che possiamo fare ed imploro di fare è la "necessità di nutrire" i giovani d'oggi con la vera conoscenza, al fine di portare la Vera Storia con Rispetto.
Oggi la società ci ha insegnato ad essere indipendenti, e questo stile di vita fai da te, ci è inavvertitamente costato il rispetto per la vera cultura.
Oggi la società ci ha insegnato che possiamo essere qualsiasi cosa noi vogliamo essere, specialmente da dietro lo schermo di un computer. Questi social network potrebbero anche aver contribuito a riunire il mondo intero, ma sono due facce della stessa medaglia, infatti ci ha anche permesso di dire qualsiasi cosa da dietro ad uno schermo, rendendo più facile la mancanza di rispetto e l'utilizzo di bugie ed inganni ..

La strategia dei media e il marketing hanno preso la nostra cultura e l'hanno rigirata in una macchina sforna soldi, annacquando la conoscenza della cultura, trasformandola così in Hip pop, un ingrosso dell'usa e getta per le masse, in questo modo si invia ai giovani il messaggio che ormai nulla ha longevità. Quindi la riprogrammazione è in atto, e l'effetto sui giovani è quello di credere che niente è per sempre, che quelli che c'erano prima di loro nella cultura Hip Hop non abbiano importanza. Hip Hop è diventato uno slogan per fare soldi con i giovani di strada, i quali vengono usati come pedine nel monopolio che viene perpetuato sulla società attraverso queste grandi corporation. E così è esattamente come vogliono che sia, loro non vogliono che usiamo i nostri cervelli e pensiamo per noi stessi, loro non vogliono che voi conosciate le vere storie della nostra cultura, loro temono la verità, così usano la loro forza basata sull'avidità e il denaro per fare passi dentro la nostra cultura e tentarci, un lupo travestito da pecora (scusate la metafora) per infiltrarsi fra di noi, ma soprattutto per dividerci e per conquistare la nostra cultura unita. L'elemento musicale dell'HipHop è l'unico genere che non ha rispettato il suo passato, se guardate tutti gli altri generi musicali, troverete che tutti questi onorano sempre coloro che li precedettero, perchè noi, come popolo della cultura Hip Hop, non riusciamo ad onorare il nostro passato? Perchè è così! Ci troviamo insieme solo quando uno dei nostri anziani è malato o ha necessità mediche ecc. e una volta che tutto è passato, che tutto è ok, ce ne dimentichiamo un'altra volta, è vergognoso che agiamo in questo modo, per tutto quello che ci hanno dato le persone che hanno creato questa cultura, che voi, noi, io siamo riusciti a maltrattare oggi. Voi, Noi rispettiamo nostra madre e nostro padre e tutto quello che fanno per noi, ci hanno dato la vita e amore quando era posssibile, giusto?  

L'Hip Hop ha dato a voi, noi, gli strumenti per sviluppare le nostre vite e per sviluppare l'amore verso gli altri attraverso questa cultura, perchè non riusciamo a continuare a fare questo con il prossimo? Ho un mio pensiero sul perchè, e mi sento in parte responsabile, come è un dato di fatto che alcuni dei nostri anziani potrebbero essere responsabili indirettamente, questo perchè oggi tutto è stato tramandato e servito ai giovani sopra un piatto d'argento da cui prendere, prendere, prendere senza lavorare duramente (pagando il proprio tributo), e con questo metodo di dare e prendere ha prevalso la via del prendere, la società del prendere. Ancora un'altra volta l'avidità ha infiltrato la mente dei giovani attraverso la mancanza di conoscenza, questo grazie a una debole leadership e nessun modello che tramandasse la verità. Adesso personalmente non voglio dare la colpa ai giovani, che non conoscono niente di meglio a causa dei media e del controllo delle menti che è in corso nella nostra società. Questa società ha annacquato tanto, ha anche iniziato a deporre le uova di una cultura smidollata, dove la verità fa male, specialmente quando questa riguarda la nostra cultura, per favore alzatevi in piedi e fate come hanno fatto i leader prima di noi altrimenti voi, noi, non manterremmo la nostra cultura così a lungo, niente è mai stato facile. *Per piacere notate che questo non è diretto a tutti i giovani; questo è un esempio generalizzato della cultura e della società che stiamo vivendo in questo momento.

In qualche modo siamo andati dalla A alla Z e abbiamo perso tutto quello che stava in mezzo. Non ci sono scorciatoie in una cultura, voi, noi, io siamo tutti parte di questa cultura, e abbiamo bisogno di guardare questa situazione con qualche nuova prospettiva, ad esempio se questa cultura fosse una grande quercia, con rami che abbracciano tutti gli angoli del nostro globo, potremmo utilizzare la nostra grande quercia per condividere le conoscenze provenienti da tutto il mondo, fino a farle tornare indietro al tronco centrale dell'albero. Tutti potremmo raggiungere, condividere e insegnare uno all'altro - il positivo che supera il negativo - la Grande Universal Zulu Nation rappresenta questo grande albero, abbiamo quindi il bisogno di alimentare con la conoscenza l'albero attraverso i suoi rami (chapters aka sezioni), così che tutti possano ottenere la vera storia e il rispetto per ogni altra cultura. Cosa succede se non riusciamo a nutrire l'albero? si può solo morire…
Io, Noi, stiamo scrivendo questo documento per tutte le persone della nostra cultura, per tutti i leaders della nostra cultura, per tutti coloro che possono e hanno influenza nel portare cambiamento nelle menti dei nostri giovani, semplicemente raggiungendo la verità e la conoscenza, questo per il loro beneficio e per il beneficio futuro della nostra cultura.
Cercate ciò che veramente è la cultura Hip Hop dalle sue radici in poi, cercate coloro che hanno scritto la nostra vera storia, troverete anziani che sono ancora vivi e vegeti e stanno con noi, usa questo strumento chiamato internet per un obiettivo positivo invece di usarlo per il gossip, e soprattutto lasciamo che Ognuno raggiunga l'altro, così da poterci insegnare l'un l'altro per liberarci l'un l'altro da questo caos che ha rivoltato la nostra cultura sottosopra, dentro e fuori e che adesso è in procinto di espellerci.

Pace, Giusta Conoscenza, verità.

Minister King Excel  - I.D.#711
Universal Zulu Nation
Zulu World Council
ANZ Regional Director
ZULU61
Australia Republic.


Fonte:

16 commenti:

  1. Veramente molto interessante. Le parole iniziali "Perchè il messaggio è stato fatto diventare così contorto, mentre il vero significato di questa cultura è andato perso, in una società usa e getta come è quella in cui viviamo oggi?" mi sono care, perchè se non sono sicuro di sapere ancora tutto su questa cultura, so per certo che ogni giorni incontro rapper che hanno ben poca conoscenza e rispetto per il prossimo. Il male, è però che non se ne rendono conto e più che ignoranti per il non sapere sono ignoranti per la mancanza di volontà di sapere. La tecnologia ci ha unito fin troppo rapidamente rispetto al grado di civiltà dell'umano e divide assai più facilmente di quanto metta in connessione. L'odio è sempre una via più facile e per me l'Hip Hop è stato ucciso quando ideali negativi quali machismo o populismo sono stati fatti prosperare a dispetto dell'amore della conoscenza del prossimo. E' vero che c'è Hip Hop e Hip Hop, ma credo che oggigiorno sia necessario abbandonare gli errori dei padri e perseguire solo le buone strade che ci hanno insegnato per il bene della cultura, dell'umanità, di noi stessi.

    RispondiElimina
  2. A me il discorso non fila del tutto.
    La storia dell'Hip Hop, ma non solo quella, è fatta e si regge soprattutto per fratture e discontinuità; è solo grazie a delle rotture (generazionali, estetiche, culturali) che l'HH è ancora quel grande contenitore globale di stile.

    Parlare di "vera storia" e "vera conoscenza" alla lunga è deleterio perchè indirettamente si fa riferimento ad un elitè di persone garanti di questo "vero sapere". Leggendo un libro fondamentale come L'Archeologia del Sapere di Michel Foucault, ci accorgiamo come il "discorso" creato attorno alle Storia, abbia portato alla creazione di numerosi Centri di Potere, che nei secoli hanno dato appunto una visione univoca e unitaria (e quindi banale, semplicistica) del passato.

    Quando ZN ribadisce l'importanza di sdoganare la storia dei bianchi, sta facendo ua giusta opera di de-centramento del discorso. Quando poi si sostituisce "la vera storia" (dei neri, degli old-school, degli underground) si rischia col perseguire lo stesso modello discorsivo della Storia "accademica", cioè ricondurre tutti i fenomeni eterogenei (per concetti, oggetti di analisi, enunciati espositivi) ad un'unica radice discorsiva.

    L'Hip Hop, a mio avviso, in quanto formazioni eterogena e mutante, deve avere il coraggio di sviluppare un discorso storico originale: non molti rami e un'unica radice, ma molte radici per molti rami.

    RispondiElimina
  3. Condivido l'idea di Nexus, e la metafora delle radici fa ben intenderla

    RispondiElimina
  4. Personalmente penso che il contatto umano sia completamente un'altra storia rispetto al contatto via internet, magari internet può essere un buon punto di partenza se usato con intelligenza, ma le vibrazioni e le emozioni che ti può trasmettere una persona tramite il contatto diretto non sono paragonabili.

    Per quanto riguarda la distorsione della cultura HipHop, penso che quando una persona parli di cultura HipHop non si riferisca all' Hip-Hop nel suo complesso, ma una parte di essa. Secondo me la divisione che troviamo nel Gospel Of Hip Hop di KRS ONE può aiutare a capire questa sottile differenza fra HipHop, Hip Hop e Hip-Hop. Il fatto è che fanno tutte parte della stessa cultura, bisogna solo sapere di quale di queste si parla quando si fa un certo tipo di discussione.

    Universal Peace

    RispondiElimina
  5. Hiphop = our unique Spirit, our unique collective consciousness; the creative, causative force behind Hip Hop’s elements. Hiphop is the name of our lifestyle and collective consciousness. It is a perceptual ability that causes one to self-create and raises one’s self-worth. (represented by Kool DJ Herc)

    Hip Hop = the creation and development of Breakin, Emceein, Graffiti Art, Deejayin, Beat Boxin, Street Fashion, Street Language, Street Knowledge, and Street Entrepreneurialism. It is what we call ourselves and our activity in the World. Hip Hop is the name of our culture. (represented by Afrika Bambaataa)

    hip-hop= Rap music product and those things and events associated with Rap music entertainment—hip-hop is a music genre. (represented by Grand Master Flash)

    Hiphoppa = the manifestation of Hiphop. Those that live the principles of our culture are called Hiphoppas and not Hip Hoppers because to live Hip Hop is to think Hiphop. A Hiphoppa is Hiphop and performs or presents Hip Hop which is then sold as hip-hop.

    Hiphop Kulture = or, Hip Hop’s culture, is the name of our unique community; it is the name of our tribe. Hiphop Kulture is the manifested character, patterns, beliefs, sciences and arts of OUR collective consciousness; it is our reality and mental landscape. Hiphop Kulture is an international community of specialized urban people.

    RispondiElimina
  6. Da poco leggo ciò che pubblicate su questo sito, essendo appunto da poco che mi sono approcciato a quello che era la precedente cultura hip hop, quella del "Golden age" e dell'Old school rap (Che musicalmente e in tutti i suoi aspetti la ritengo migliore). Mi trovo d'accordo su ogni punto di ciò che si legge nell'articolo, d'altronde questa cultura nasce per il rispetto del prossimo, come fanno gli artisti di oggi ad insegnare il rispetto parlando di droga, donne, soldi e macchine in ogni loro canzone? La parte fondamentale dell'articolo l'ho trovata nel "Non si ha rispetto di quello che l'hip hop era come negli altri generi musicali.", ed è vero una tristezza purtroppo, però con la società di oggi come potremmo mai insegnare certi valori ai giovani? (Per carità anche io sono giovane, ho 18 anni)ed infine io penso anche che molti testi della cultura precedente (Quando il rap cominciò ad essere una forma di protesta)di canzoni di alcuni artisti, possano essere facilmente fraintesi e di conseguenza strumentalizzati dai media..

    RispondiElimina
  7. Ciao Andrea, benvenuto nella nostra "rete" ;-)
    La golden age è stata un'epoca irripetibile per stile, influenza e originalità e merita di essere apprezzata. Tuttavia anche in quel periodo, molti album riportavano la famosa etichetta "Parental Advisory - Explic Lyrics" (Avviso ai genitori - contenuti espliciti). Già in The Message, o White Lines, Fuck The Police o le canzoni di NWA, c'erano richiami forti alla vita di strada, il disprezzo per alcune categorie e l'uso di metafore molto crude per "raccontare" la vita di strada.
    ***
    Come nota U.Net, mentre in quegli anni spopolavano i film di Scorsese (Toro Scatenato, Casino, Quei Bravi Ragazzi) incentrati sulla viat della mafia italoamericana, nessuno si è sognato di accusare il regista o i suoi attori di "contenuti irrispettosi".
    ***
    La violenza, la droga e la criminalità non sono categorie in sè, bensì rappresentazioni. La forma, il modo in cui queste vengono usate, ne determina un'etica artistica (detta anche "est-etica").
    ***
    Ogni epoca ha avuto pro/contro: nella Golden AGe come oggi. Si tratta di pensare in prospettiva ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente ciò che intendevo, però nell'America che era pesavano di più le considerazioni di uno di colore o di un bianco? Credo che un attacco duro sia dovuto anche all'origine del genere, come dice al meglio "Fight the power" dei PE, poi è chiaro ti possono dire che la canzone incita alla violenza, quando magari non è per niente così, prima di essere cantanti un qualsiasi rapper è un cantastorie..

      Elimina
    2. Ciao andrea riguardo al tuo messaggio precedente, penso che troppe volte guardiamo gli altri giudicando cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, il fatto è che l'Hip Hop è vastissimo e pieno di sfumature tante quante le persone che lo vivono o lo praticano. Non penso che ci sia un giusto o sbagliato modo di viverlo ma differenti strati di consapevolezza.
      Personalmente ritengo che "insegnare il rispetto" come hai detto te non sia fattibile perchè il rispetto non s'insegna, si acquisisce con l'esperienza. Per questo bisognerebbe cercare di giudicare meno e fare di più, ovvero pensare a se stessi, al proprio miglioramento personale e cercare tramite il proprio esempio di fare la differenza. Quando si parla dell' esperienza bisogna tenere conto che ognuno ha un punto di partenza diverso d'altro, e che quindi tutto è utile per capire ed evolversi, compresi i video con i gioielli ecc. Un punto fondamentale che dovremmo metabolizzare è che per cambiare le cose non bisogna cercare di cambiarle forzandole, ma percorrendo il meglio possibile la propria strada, invece di criticare dobbiamo imparare a riflettere e far riflettere.
      Dalla conoscenza alla consapevolezza.

      Per quanto riguarda il linguaggio usato nei testi, complettamente d'accordo con Nexus, tra l'altro c'è un bel video in inglese, di una conferenza proprio su questo tema ve lo posto qui sotto

      http://www.youtube.com/watch?v=r3-7Y0xG89Q&list=PLF48FF1D4D1E79736&index=68

      Peace

      Elimina
  8. Ciao Smogone, scusa mi sono espresso male effettivamente insegnare il rispetto è impossibile. Detto questo sono d'accordo su quello che dici tu, allora mettiamola così:"Come possono insegnarti certi valori al giorno d'oggi?" ecco per quello che penso io la musica ha un ruolo fondamentale nella nostra vita, ascoltare determinata musica determina chi siamo, diciamo che aiuta a trovare un'identità, ora partendo da ciò non ritengo che tutto ciò che c'è oggi nell'hip hop sia marcio o comunque da buttare via, dico solo che certi valori, fondanti di questo genere e che negli anni l'hanno coontraddistina non ci sono più, l'hip hop ad oggi (Ripeto sono mie opinioni) ha un immagine più commerciale che altro, è una gara a chi vende di più, per carità è giusto un'artista campa di questo, ma il risultato è che alle volte ne viene fuori un qualcosa di sentito e risentito e di scarsa qualità. Per quanto riguarda i cambiamenti c'è bisogno di tempo, di mezzi, ma i cambiamenti come tante altre cose partono dalle persone e se le persone non hanno voglia di vedere cambiamenti si starà sempre così. Io personalmente sono dell'idea che nell'hip hop ciò che è stato è passato, va rispettato (Ma questo purtroppo non avviene) e soprattutto non va dimenticato, perché a me pare che tutto questo rischierà di andare perso un giorno, magari non finché ci sarà Zulunation, speriamo.

    RispondiElimina
  9. A parer mio ci sono 2 via principali:

    la prima è a livello locale/personale ovvero trasmettere i propri valori con l'esempio personale, 365 su 365, 24 su 24. Questa è una cosa che spesso viene sottovalutata ma in realtà ha una forza enorme.

    La seconda a livello mediatico/massa è quella di supportare e spingere la parte positiva. Adesso mi dirai "si ma sono i media che scelgono che tipo di musica passare", giustissimo, per questo per me è fondamentale creare un canale alternativo dove spingere certi valori.

    Infatti per troppo tempo si sono spese energie a demolire il nemico invece di spenderle nel creare alternative valide.

    Un altra cosa che gioca a sfavore è la mancanza di unità che è un fattore determinante e su cui bisogna lavorare.
    Come hai detto te ci vuole tempo. Ma puoi stare tranquillo che finchè ci saranno persone come te che non solo s'informano ma interagiscano, cercano di capire e crescere condividendo i propri pensieri la storia non andrà persa.
    Uno dei principali obiettivi di UZN è proprio quello di preservare questa cultura e i suoi valori.
    Peace

    RispondiElimina
  10. D'accordo in tutto quello che hai detto.
    Peace

    RispondiElimina
  11. Salve a tutti anche io da poco leggo gli articoli pubblicati su questo sito e li trovo molto interessanti e sopratutto "ri--concilianti"(la prima parola che mi è venuta in mente) in tutti i sensi.Ora,sto lavorando ad una tesina per "Storia della Musica" al conservatorio con il titolo "L'evoluzione della Paideia.Dai Griot ai Rapper".La tesi si incentra sulla mutazione di quello che oggi è considerato "insegnamento","educazione" all'interno della musica prendendo in esame specificatamente l'hip hop,che è tra i generi più diffusi.Cercavo del materiale sui Griot Africani,su internet cerco da un po,e non ho trovato molto in italiano,e neanche molto in inglese(ammetto che non ho cercato affondo in inglese perchè non so tradurlo velocemente) qualcuno di voi saprebbe aiutarmi a trovare del materiale interessante?Grazie in anticipo.Peace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In italiano fai molta fatica a trovare del materiale riguardante questo tipo di argomenti, purtroppo devi darti alla ricerca in inglese se vuoi ricercare storie sui griots, i dozens gli spoken words ecc. ti consiglio di guardare il sito di davey d dove potresti trovare qualcosa che potrebbe interessarti, al momento non mi vengono in mente altre cose dovrei cercarle, cmq sto preparando articoli anche su questi argomenti è solo che mi serve tempo resta connesso. pace

      Elimina

Ti ricordiamo che ogni commento privo di firma e/o contenente messaggi di odio, insulti, apologia di reato/violenza, non verrà pubblicato.

Ti invitiamo ad evitare l'uso delle parole in MAIUSCOLO e mantenere un atteggiamento cordiale e propositivo.

Grazie per la partecipazione.
Enjoy the discussion.
---
UZN Italia Staff